G.A.U.U.M. Gruppo Archeologico Appennino Umbro Marchigiano


Vai ai contenuti

Arte pittorica

Notiziario

Sassoferrato e l’arte pittorica




Domenica 3 dicembre Sassoferrato ha vissuto un momento di notevole interesse culturale, dedicato allo studio dei beni artistici cittadini.Organizzato dal Gruppo Archeologico Appennino Umbro Marchigiano, sede comprensoriale dei Gruppi Archeologici d’Italia, coordinato da Vincenzo Moroni, l’incontro si è aperto con un articolato intervento del sindaco Rinaldi che ha tracciato un panorama dell’impegno dell’attuale amministrazione per la cultura.Il pubblico ha seguito poi con grande interesse la relazione di Fabio Marcelli che ha offerto una lettura inedita sull’arte medioevale a Sassoferrato.

Punto centrale dell’intervento di Marcelli è stato lo studio della decorazione ad affresco nell’abside di San Francesco, della quale ha sottolineato l’importanza assoluta per comprendere il successo riservato alla “lingua franca” divulgata nella basilica di Assisi dal Maestro Oltremontano.L’incontro è poi proseguito con le importanti quanto interessanti segnalazioni di Lucia Ottavi, la quale ha approfondito la storia dell’arte lignea, un aspetto sicuramente ancora sconosciuto ma di notevole rilievo per la conoscenza delle fiorenti botteghe d’arte sassoferratesi.

Silvia Cadarigi ha presentato alcuni aspetti legati all’attività di Giovan Battista Salvi, pittore di indiscussa fama internazionale meglio conosciuto come “il Sassoferrato”.Le due ragazze, entrambe sassoferratesi, hanno messo in rilievo tematiche artistiche offrendo notizie e letture inedite.Il presidente nazionale dei Gruppi Archeologici d’Italia Dott. Enrico Ragni, con una coinvolgente quanto interessante lettura stilistica delle opere del Sassoferrato presenti nelle gallerie dell’Umbria e del Lazio, ha offerto il degno coronamento ad una giornata di studi che, indubbiamente, merita di essere ricordata per la possibilità offerta agli spettatori di guardare con occhi diversi alle opere d’arte di Sassoferrato.

L’incontro si è poi concluso con una visita guidata a cura di Edgardo Rossi, profondo conoscitore di storia locale, presso la chiesa di San Francesco ove si sono potute ammirare dal vivo le opere pittoriche precedentemente illustrate dal Marcelli.



Home Page | Profilo | Direttivo | Notiziario | Stampa | Soci | Archivio | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu